• internationaltourff

8 Ottobre 2022 ore 18:00 - Hotel De La Ville - Premiazione concorso Un mare di Libri


Cerimonia di Premiazione del Concorso Un Mare di Libri all'ITFF 2022 alla presenza del

Dott. Graziano Marraffa, Presidente dell'Archivio Storico del Cinema Italiano e Presidente della giuria assoluta.


I libri finalisti



L'anno che a Roma fu due volte Natale di Roberto Venturini, SEM


Villaggio Tognazzi, Torvaianica, sul litorale romano. Alfreda, un'accumulatrice seriale con i primi segni di demenza senile, ha reso il suo villino un tugurio invivibile, dove vive per inerzia tra insetti e cianfrusaglie. Sopra di lei abita il figlio Marco, un giovane fattone, profondamente insicuro, la cui unica occupazione è accudire la madre. Lo spettro di un'azione da parte dell'Ufficio d'igiene rende necessario svuotare in fretta la casa, pena lo sfratto. Alcuni sgangherati amici, assidui frequentatori del bar Vanda, si attivano per sgomberarla, ma la proprietaria si oppone. Da qualche tempo Alfreda soffre di disturbi del sonno durante i quali le appare Sandra Mondaini, che ha conosciuto ai tempi d'oro del Villaggio Tognazzi, quando era il ritrovo estivo del jet set culturale italiano. Alfreda, nei suoi deliri notturni, immagina di parlare con l'attrice, sofferente per la "separazione" dal marito Raimondo Vianello, che riposa a Roma mentre lei è sepolta a Milano. Anche Alfreda non si è mai ricongiunta al marito, scomparso in mare durante una pesca notturna e mai più ritrovato.



Cosa c'è dopo il mare di Patrizia Fiocchetti, Lorusso Editore


Nilufar, studentessa iraniana impegnata nelle proteste contro il regime degli ayatollah. Leila, attivista, ex combattente di una formazione laica contro Assad. Ada, operatrice sociale di Roma nel campo delle migrazioni e volontaria nella cooperazione internazionale, da poco disoccupata. Tre destini, tre donne separate dai confini e dalla geopolitica internazionale, di età e culture diverse, ma accomunate da un sentire profondo che le porta a non voltarsi dall’altra parte di fronte alle ingiustizie, anche se il prezzo da pagare è alto in termini personali, a volte altissimo. Le loro vite si incontreranno in un campo profughi alla periferia della fortezza Europa, in un’isola greca circondata dall’indifferenza delle istituzioni, dall’ostilità crescente di parte della popolazione. E dal mare. Quel mare azzurro, terribile e meraviglioso di fronte al quale si pongono i pensieri e i desideri dei bambini e delle bambine che in quel campo vivono, crescono e invecchiano precocemente, chiedendosi cosa ci sia oltre. Cosa c’è dopo il mare.



Matusalemme Kid - Alla scoperta di un cuore bambino di Marco Tullio Barboni, Paguro


«Chi perde il bambino che ha dentro di sé lo rimpiangerà per il resto della vita». Ne era convinto Pablo Neruda e ne è convinto l'autore che ricerca ostinatamente quel «bambino dentro di sé» fino a trovarlo e a farlo emergere. Ne deriva un "faccia a faccia" tra puer e senex nel corso del quale i "due" ripercorrono gli anni fino all'adolescenza, le cui "meraviglie" hanno perso progressivamente il loro smalto a causa della crescente incapacità dell'adulto di ascoltare il suo «cuore bambino». Nell'occasione, il segmento di vita dell'autore che viene ripercorso, si caratterizza per la contiguità tra il suo ambiente familiare e quello degli anni d'oro del cinema del dopoguerra. Riverberano nel racconto le immagini di Vacanze romane e di Ben Hur, quelle della commedia all'italiana e dei primi western e insieme balenano i profili dei protagonisti di quegli anni: da De Sica a Clark Gable a Charlton Heston a Totò a tanti altri. Il tutto rivisitato con la leggerezza e l'incanto, ma anche con la capacità di assimilare e di cogliere l'essenza, propri del bambino.




Tra schermo e realtà: 100 film e serie tv che parlano di noi di Alice Grisa ed Emanuele Zambon, AG Book Publishing


Non sopporti il tuo lavoro? Non ricordi mai dove parcheggi? Devi arredare casa? Ti porti il cellulare anche in bagno? Non puoi vivere senza il calcio? Vuoi tingerti i capelli ma non sai di che colore? Giocavi solo a tennis ma poi hai scoperto il padel? In questo volume troverai il film e la serie tv che rispecchiano il tuo carattere, i tuoi gusti, le tue passioni. Cult movies, pellicole da riscoprire, serie seguitissime o dimenticate: 100 titoli presentati con piglio critico ma anche stile fluido e a tratti ironico, e associati in maniera originale ad altrettanti stati d’animo, problemi da risolvere, questioni in sospeso. Tutti accompagnati da curiosità e consigli gastronomici ispirati ai film e alle serie tv presi in esame.




Parole e cartoons - Il linguaggio delle fiabe e il cinema d'animazione di Maddalena Menza, Arbor Sapientiae Editore


La fiaba non solo non passa mai di moda ma permette al bambino di costruire una forte identità emotiva sfuggendo all'omologazione imperante. Un viaggio alla scoperta del lungometraggio italiano per ragazzi pressoché sconosciuto, visto con il linguaggio delle fiabe e dei personaggi più amati (da Amin di Domeneghini a Pinocchio, dalle italianissime Winx a Vip il Superuomo, da Alice a Giamburrasca) con le testimonianze degli autori più illustri (Bozzetto-D'Alò-Cardoni-Passacantando-Straffi).





Un'altra vita - Il tema del doppio nel cinema muto italiano di Vincenzo Totaro, Prospettiva Editrice


Il tema del doppio, in tutte le sue forme, ha accompagnato il cinema muto italiano fino alle soglie del sonoro. Un'altra vita analizza il tema attraverso centoquarantanove film appartenenti a generi molto diversi. Fra sogni, spettri, gemelli, sosia, ritatti e scambi di identità, il doppio dà il meglio di sé: che si tratti di capolavori o film minori, il tema mette in risalto alcune caratteristiche peculiari. Si nota un rapporto continuo con la letteratura classica, barocca e romantica. Si nota altresì una certa prossimità con il divismo cinematografico, specie di matrice femminile. Tante le dive, o aspiranti tali, che hanno affrontato il tema raddoppiando sé stesse sul grande schermo. Quando il doppio compare nel cinema italiano porta con sé la promessa o la minaccia di un’altra vita; quella desiderata o perduta, quella che avrebbe potuto essere e non è stata, quella nascosta dalle convenzioni sociali, quella contesa al proprio sosia, quella che torna per vendicarne una stroncata troppo presto. Il doppio porta sempre con sé un’altra possibilità.


88 visualizzazioni0 commenti